Contenuto principale

Buonasera(signorina) di Davide Pappalardo

SABATO 13 GENNAIO, ORE 17.30
 
Presentazione del libro
 
“BUONASERA (SIGNORINA)” di DAVIDE PAPPALARDO
 
 
Davide Pappalardo sarà intervistato dallo scrittore Daniele Malavolta
 
Milano. La notte del 23 dicembre 1970, il gangster Jo Le Maire, rientrando a casa dopo una serata trascorsa in giro tra i locali notturni, trova il suo braccio destro in una pozza di sangue, trafitto da ventisette coltellate. Libero Russo, uno scalcagnato investigatore privato ex poliziotto, che vive nella sua bicocca nel quartiere Isola in compagnia solo del suo gatto, della malinconia e delle canzoni di Fred Buscaglione, viene accusato del delitto. I suoi ex superiori, a causa di un episodio poco chiaro avvenuto l'anno prima, vogliono la sua testa e non vedono l'ora di sbatterlo in cella per l'omicidio. Braccato da quelli che fino a poco tempo prima erano suoi colleghi e aiutato solo da un suo vecchio compagno di squadra e da un'amica prostituta, Russo si ritrova in mezzo a complicate indagini, che lo porteranno a immergersi nella melma del mondo della droga, dei night milanesi e della follia. 
 
DAVIDE PAPPALARDO è nato nel ’76 alle pendici dell’Etna e ha vissuto tra il vulcano e gli scogli del mar Jonio fino ai ventisei anni, Si trasferisce in seguito nella capitale e infine a Bologna. Da sempre appassionato di storiacce di bulli, pupe, pistole e delitti, dopo aver scritto qualche articolo dedicato ai fenomeni criminali, sotto le Torri comincia a cimentarsi con la scrittura creativa. Nel 2015 pubblica il suo primo romanzo, Milano Pastis (Nerocromo), e la raccolta di racconti La Versione di Mitridate (Zona Contemporanea). Buonasera (signorina) (Eclissi) è il suo secondo romanzo. Con Milano Pastis, nel 2016, vince una menzione al Concorso Internazionale Città di San Giuliano, con Buonasera (signorina), nel 2017, riceve un'altra menzione al premio San Giuliano in Giallo e il primo premio al Garfagnana in Giallo (sezione Nero Digitale). 
 
Libreria Emily Bookshop, Via Fonte d'Abisso, 9/11, Modena